Il Centro Ittico Campano

BACOLI –  Il Centro Ittico Campano ha aderito al “Protocollo di legalità sugli appalti” stipulato tra il Prefetto di Napoli, la Regione Campania, la Provincia di Napoli, il Comune di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli e i legali rappresentanti delle stazioni appaltanti interessate. Il documento,  nato dall’esigenza di contrastare l’attività dei numerosi gruppi camorristi in grado di condizionare le attività economiche e finanziarie nei settori di pubblico interesse sia in forma diretta che attraverso imprese e società controllate, è stato sottoscritto nella giornata di giovedì 19 luglio dal Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano e dall’Amministratore Unico del Centro Ittico Campano Domenico Oriani. L’obiettivo del “Protocollo di legalità sugli appalti” è quello di rafforzare la collaborazione tra Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo ed enti locali nella prevenzione e nel contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore degli appalti di lavori, servizi e forniture pubbliche.

LE PAROLE DI SCHIANO –  Una sinergia tra le Istituzioni che mira ad assicurare anche, attraverso il concorso delle stazioni appaltanti, lo svolgimento corretto e regolare delle attività imprenditoriali, mediante l’attivazione di misure di salvaguardia adeguate e celeri, finalizzate sia a contrastare l’azione invasiva delle organizzazioni criminali in materia di appalti pubblici, sia a rendere l’impresa meno vulnerabile di fronte alle varie forme di infiltrazione camorristica. «Questo protocollo ci permetterà di assicurare la massima trasparenza negli atti amministrativi e allo stesso tempo consentirà alla società partecipata del Comune di Bacoli di avere un ulteriore sostegno nella lotta alle infiltrazioni negli appalti pubblici da parte della criminalità organizzata» ha dichiarato soddisfatto il Sindaco Ermanno Schiano.

CS