I ragazzi della delegazione donano al comune di Bacoli il modello dell'imbarcazione

BACOLI – Momenti di gioia e felicità si sono vissuti sabato presso l’esedra della piazza Alcide De Gasperi di Baia, per la cerimonia di gemellaggio tra le città di Bacoli e la greca Kymi. L’amministrazione ha ospitato, infatti, una delegazione greca costituita da 30 ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori che per l’occasione si sono esibiti mostrando le loro tradizioni e i loro costumi. A dare il via alla manifestazione è stato il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano, che ha dichiarato l’importanza di questa rinnovata unione, riconfermando la volontà di gemellare il comune con la città turca di Allaga, al fine di riunire  così le tre antiche Kymi, le Cuma del Mediterraneo. Nell’occasione il sindaco ha ricordato che prossimamente una delegazione di studenti di Bacoli sarà ospite nella cittadina greca al fine di favorire gli scambi culturali.

COMMOZIONE – Successivamente gli interventi del vicesindaco della città greca Areti Batsa e dei bambini della scuola elementare hanno commosso i partecipanti, ricordando che in un periodo storico così difficile quanto la fratellanza e l’unione tra popoli siano elementi importanti per ricostruire il futuro con la consapevolezza delle proprie origini. Partendo dalla nostra storia comune i ragazzi greci hanno regalato  all’amministrazione il modello in legno dell’imbarcazione che, salpando dall‘Eubea, giunse sulle nostre coste per fondare la città di Cuma. I piccoli della scuole elementari hanno mostrato al pubblico il documentario che hanno girato sulle origini storiche di Kymi e Cuma.

 

LA CULTURA GRECA – Straordinaria è stata anche la partecipazione dei ragazzi dell’orchestra dell’ICS Paolo di Tarso che, come ha ricordato l’Assessore ai Beni Culturali, anche al di fuori dell’orario scolastico hanno onorato della loro presenza e capacità artistica i piccoli fratelli eubei. In seguito alla performance,  il Comune di Bacoli ha donato una medaglia a tutta la delegazione greca in segno di affetto e di ospitalità. La serata si è conclusa con lo spettacolo dei giovani di Kymi che, in abiti tradizionali del ‘700, si sono esibiti nelle danze folkloristiche greche, tra le quali Klamatianos, Syrtos e Syrtaki facendoci scoprire una piccola ma importante parte del loro patrimonio culturale.

GAIA GUARDASCIONE

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]