Il comandante della Capitaneria di Porto di Baia Antonio Visone

BACOLI –  «Non si è verificato alcun versamento di liquami né di prodotti inquinanti nel porto di Baia come erroneamente riportato da alcuni mass media». E’ secca la smentita da parte del Comandante della Guardia Costiera di Baia, Antonio Visone,  in merito alle notizie relative ad un fantomatico guasto all’impianto di sollevamento che avrebbe poi provocato la fuoriuscita di melma in mare. In mattinata anche il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano e l’Assessore al Demanio Giuseppe Carannante si erano recati sul posto insieme agli uomini della Capitaneria e ad alcuni cittadini non rilevando alcuna emergenza ambientale.

NOTIZIA FALSA –  «Il blocco istantaneo delle pompe, relativo alla esclusiva fuoriuscita di gas, si è verificato venerdì mattina ed  è stato ripristinato nel giro di pochi minuti dai tecnici dell’Ufficio comunale tanto da scongiurare qualsiasi danno all’ambiente marino-costiero. Abbiamo avvisato subito il Comune, responsabile della struttura, e l’immediato intervento dei periti ha evitato fuoriuscite in mare». Dunque, una notizia completamente falsa che ha creato allarmismi infondati. «Peraltro – prosegue il Comandante Visone – la spiaggia della Beata Venere continua ad essere frequentata e il mare è uguale agli altri giorni. Tengo a precisare che quando si sono verificate emergenze nei bacini lacustri o in tratti marini, siamo sempre intervenuti  segnalando le urgenze all’Autorità giudiziaria. Ma in questo caso  la notizia non risponde alla realtà. Un guasto repentinamente riparato è stato amplificato in maniera abnorme, riportando una versione dei fatti assolutamente non veritiera.  Ribadisco che non ci sono state fuoriuscite di melma o liquami, né è stato deturpato l’habitat marino dell’approdo ai limiti del parco sommerso archeologico. Invito chiunque a verificare di persona» .