Il corteo dei lavoratori dei "Cantieri di Baia" (foto Giannantonio Scotto di Vetta)

BACOLI –  Una cinquantina di lavoratori dei “Cantieri di Baia Mericraft S.p.A” questa mattina hanno sfilato per le strade della città per denunciare la grave situazione che stanno vivendo. Un corteo pacifico partito da Baia e scortato dai carabinieri che si è concluso nel cortile del comune di Bacoli, dove una delegazione di lavoratori e sindacati è stata ricevuta dal sindaco di Bacoli Ermanno Schiano.

L’INCONTRO  nella sala Giunta del Comune è avvenuto a termine del corteo indetto dagli stessi lavoratori e dai sindacati che denunciano la grave situazione lavorativa che stanno vivendo i circa 110 dipendenti dell’azienda che oltre ad essere finiti in cassa integrazione straordinaria, non percepiscono lo stipendio da 4 mesi. Ai manifestanti, giunti nel cortile del Comune, si sono uniti in segno di solidarietà anche i funzionari e i dipendenti del comunali.

Il sindaco Ermanno Schiano

IL MONITO DEL SINDACO –  «Purtroppo il settore nautico è in crisi a seguito della grave congiuntura economica che sta vivendo l’intero paese –  spiega il sindaco Ermanno Schiano che ha assicurato alle parti il massimo sforzo istituzionale – ma di fronte a questa situazione  noi vogliamo sederci con i vertici aziendali per risolvere il problema di oggi e programmare il futuro perché oltre a ricevere gli stipendi arretrati è necessario che i lavoratori abbiano garanzie anche per i prossimi anni. E ciò può essere garantito solo con un’attenta e oculata programmazione aziendale. Nel frattempo ho attivato tutti i canali istituzionali e tra questi ho contattato personalmente anche l’assessore regionale Severino Nappi, affinché venga avviato un percorso per salvaguardare i posti di lavoro e l’intero settore nautico».

I manifestanti all'esterno della casa comunale

IMPEGNO ISTITUZIONALE –  Il caso dei lavoratori dei “Cantieri di Baia” è stato discusso anche nell’ultimo consiglio comunale durante il quale è stato approvato un deliberato  votato all’unanimità da tutti i consiglieri. Solidarietà, auspicio per una sollecita definizione della problematica e il conferimento dell’incarico al sindaco affinché partecipi ai tavoli istituzionali chiedendo “ad horas” la presentazione del piano industriale da parte della società per conoscerne immediatamente le ricadute occupazionali economiche e sociali sul territorio di Bacoli. Allo stesso tempo, attraverso il documento,  viene  sollecitato il pagamento delle 4 mensilità arretrate e il monitoraggio dei tempi e delle modalità della erogazione della cassa integrazione. Infine attraverso il deliberato di consiglio comunale vengono invitati tutti i soggetti coinvolti (Sindacati, Banche, Azionisti e la stessa società Cantieri di Baia Mericraft) ad operare per il pieno raggiungimento di un accordo sindacale che garantisca il diritto – dovere ad un lavoro dignitoso nei termini contrattuali e nelle condizioni di svolgimento, ferma restando la necessità di garantire ai lavoratori la copertura degli ammortizzatori sociali previsti dalla vigente normativa.

RL