BACOLI – Unire le forze. Al di là dei colori politici, degli schieramenti. Fare squadra nell’interesse della collettività ed evitare il dissesto. E’ quanto chiede, a gran voce “Per Bacoli-Udc”, la lista civica a sostegno di Gianni Picone Sindaco alle scorse elezioni e rappresentata, tra le file della maggioranza, dal consigliere Simone Scotto di Carlo. Il gruppo ha scritto una lunga lettera indirizzata al Consiglio comunale e alla cittadinanza tutta affinché si proceda a stilare un iter di riequilibrio condiviso che dia un segnale forte alla Corte dei Conti. Un messaggio che arriva all’indomani della bocciatura, da parte della Magistratura contabile, del piano di riequilibrio finanziario pluriennale presentato dalla precedente Amministrazione. Riportiamo, di seguito, il testo integrale della lettera.

LA LETTERA – «L’attuale momento politico risulta essere talmente delicato da imporre l’unità di tutta la classe dirigente bacolese. Non ci interessa chi ha più torto o meno ragione, la nostra posizione politica prevede la ricerca delle soluzioni in nome dell’esclusivo interesse del Popolo di Bacoli, i processi li lasciamo alle autorità competenti – scrivono i membri di “Per Bacoli-Udc” – Quando ci presentammo ai nostri concittadini paventammo, purtroppo e con anticipo, la drammatica situazione che si sta profilando. Il 5 luglio abbiamo dovuto presentare, in tutta fretta, una controdeduzione alla Corte dei Conti, con mezzi e tempi esigui, per difendere il nostro Ente da criticità riscontrate mesi addietro. Contestualmente ed in pari data venivamo a conoscenza della convocazione all’Adunanza Pubblica del 21 c.m. presso la Corte dei Conti, per discutere del deferimento del Comune per il mancato accoglimento del piano di riequilibrio finanziario pluriennale presentato dalla precedente amministrazione. All’esito di tale udienza, nonostante l’amministrazione avesse presentato ulteriori memorie e osservazioni scritte integrative del precedente piano, la magistratura contabile ha deliberato il “diniego del piano di riequilibrio finanziario pluriennale “, preludio di un probabile dissesto».

“NECESSARIO UNIRSI”«Democrazia, Costituzione e Repubblica devono essere le stelle polari per riscattare il Comune da questa situazione di emergenza. Così come in passato, oggi è necessario per le parti politiche e la cittadinanza, unirsi attorno all’amministrazione Picone, l’unica che può essere in carica in questo momento, per superare le criticità che abbiamo ereditato. Cercare i colpevoli non aiuta a trovare una soluzione, l’unica alternativa per limitare i danni non causati da noi è accantonare le polemiche, finirla con il tentativo continuo di dividere Bacoli tra chi vuole salvarla e chi no. “Per Bacoli-UDC” – conclude la nota – invita tutti i cittadini e le parti politiche innovatrici serie e senza retorica a prendere atto della situazione di gravità che non può prevedere alcuna divisione politica nel rispetto del popolo bacolese».