Una delle tre immagini "shock" contro i botti illegali

BACOLI – Una mano amputata, il sangue e tre immagini “shock” per dire “no” ai botti illegali. Anche quest’anno il Comune di Bacoli scende in campo con una campagna di sensibilizzazione contro l’uso di materiale pirotecnico illegale e inesploso. In vista dei festeggiamenti per il 2014 l’Amministrazione ha voluto lanciare appelli al buon senso e alla prudenza realizzando manifesti e volantini che sono stati affissi e distribuiti in città. “E’ una festa non trasformarla in tragedia”, “Dai una mano per cose più utili”, “Non intossichiamoci le feste per favore” sono i tre slogan accompagnati da un doppio monito: “Non usare botti pericolosi e non raccogliere botti inesplosi”.

 

Passanti osservano i manifesti affissi in città

L’APPELLO DEL SINDACO – «Ancora una volta abbiamo ritenuto doveroso sensibilizzare i nostri concittadini contro l’uso dei botti illegali invitandoli anche a non raccogliere quelli inesplosi, autentiche trappole che spesso diventano letali provocando gravi danni se non addirittura la morte – spiega il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano che rivolge un appello ai suoi concittadini – Festeggiate e divertitevi ma con prudenza e buon senso». 

 

ATTENZIONE AI BAMBINI – Infine un appello ai più giovani arriva dall’Assessore alla Pubblica Istruzione e Comunicazione del comune di Bacoli Flavia Guardascione  «State attenti e non raccogliete botti inesplosi per strada. Anche una miccia può nascondere un pericolo. Rivolgetevi sempre ai vostri genitori, loro sapranno cosa fare».

 

LE IMMAGINI SHOCK

[cronacaflegrea_slideshow]