L'arrivo nella notte delle forze dell'ordine a Torregaveta (foto Paco Smart)

BACOLI –  Iniziati gli abbattimenti alle abitazioni delle famiglie Cardamuro e Carannante.  Il blitz delle forze dell’ordine è scattato poco dopo la mezzanotte quando una lunga colonna di mezzi di polizia e carabinieri si è mossa da Pozzuoli alla volta di Bacoli. Il tutto avveniva dopo poche ore dalla fiaccolata alla quale avevano preso parte migliaia di persone per dire “No” agli abbattimenti.

Circolata la voce dell’arrivo delle forze dell’ordine con a seguito le ruspe molti residenti sono stati svegliati nel sonno per scendere a “difendere” ancora una volta le due abitazioni. Nel frattempo i fratelli Cardamuro come nei giorni scorsi si barricavano in casa.

Intanto circa una cinquantina di persone tentavano di opporsi all’ingresso delle forze dell’ordine, che in pochi minuti chiudevano ogni accesso ad entrambe le abitazioni. Perfino a piedi era impossibile raggiungerle. Torregaveta e Fusaro erano ormai sotto assedio.

Urla, grida, imprecazioni che non sortivano alcun effetto. I fratelli Cardamuro  venivano raggiunti nelle proprie abitazioni e fermati da polizia e carabinieri. Da quel momento partivano le operazioni di demolizione.

Stessa  operazione è stata  fatta per l’abitazione della famiglia Carannante, dove le ruspe iniziavano a demolire.