Il sindaco Ermanno Schiano

BACOLI –  Un “tour” tra le bellezze archeologiche della Città di Bacoli con l’obiettivo di monitorare e recuperare i siti presenti sul territorio. E’ questo il “leit motiv” del programma realizzato e avviato dal Sindaco Ermanno Schiano insieme all’Assessore ai Beni Culturali Flavia Guardascione e all’ufficio “Turismo e beni culturali” del Comune di Bacoli. Un lavoro finalizzato alla “tutela del bene e alla sua valorizzazione” condotto da un’équipe di tecnici impegnati in sopralluoghi e verifiche presso i siti archeologici presenti sull’intero territorio del Comune di Bacoli. Al termine di questo primo ”steep” arriverà una relazione tecnica nella quale saranno evidenziate le criticità e disposti gli eventuali interventi da mettere in atto.

CRESCITA CULTURALE – «Il recupero e la salvaguardia dei beni culturali contribuisce alla crescita identitaria e culturale della città e alla promozione artistico-turistica del nostro territorio – ha dichiarato il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano – E proprio per questo motivo che insieme all’Assessore Guardascione e all’ufficio preposto abbiamo messo in atto questa serie di interventi finalizzati al monitoraggio e al recupero dei siti presenti nella Città di Bacoli». Prima tappa di questo “tour” conoscitivo è stato il “Colombario” di via Virgilio, sito per il quale si sta vagliando l’ipotesi di un progetto di recupero.

L' assessore Flavia Guardascione

RIQUALIFICAZIONE –  «Prima di promuovere un programma di valorizzazione e fruizione dei beni culturali è necessario acquisire tutte le informazioni sullo stato di conservazione dei siti archeologici – ha spiegato l’Assessore ai Beni Culturali Flavia Guardascione – Molti siti sono stati e sono ancora oggetto di azioni di restauro come nel caso di Piscina Mirabilis. E’ nostra intenzione, quindi, attuare tutte le misure attingendo a risorse interne o anche esterne per un programma di riqualificazione dei principali siti e monumenti della nostra terra». Intanto, per oggi, l’équipe del comunale insieme alla Sovrintendenza per i beni archeologici e ai rappresentanti del Centro Ittico Campano, prenderanno parte ad un nuovo sopralluogo presso le “Grotte dell’Acqua” in località Fusaro.