BACOLI – Riaperte le vie del mare a Bacoli, dove fino al 31 agosto il “Metrò del Mare” farà tappa al porticciolo di Baia. Un traguardo importante per la cittadina flegrea che entra a far parte del progetto, fortemente voluto dal Presidente della Regione Campania Vincenzo Del Luca, che mette in collegamento la fascia costiera cilentana con Napoli e Salerno, la costiera Amalfitana, l’area Flegrea, quella Vesuviana e l’isola di Capri.

BAIA ARCHEO-LINEA – La novità di quest’anno riguarda proprio la costa flegrea: si tratta dell’introduzione dell’Archeo Linea, la tratta che dal martedì al venerdì congiunge via mare l’area vesuviana con quella flegrea. Un percorso marittimo di turismo archeologico che passa attraverso i luoghi più pregni di storia e cultura della “terra ardente”, Bacoli e Pozzuoli, finalmente raggiungibili mediante un servizio di mobilità marittima. I Campi Flegrei, dunque, completamente esclusi nel 2016 entrano in punta di piedi nel circuito turistico-culturale regionale. Il servizio è stato erogato grazie ad un contributo della Regione Campania che prevede la concessione per tre anni e un investimento complessivo di 4 milioni di euro.

IL SERVIZIO – La Archeo Linea sarà attiva 4 giorni a settimana, dal martedì al venerdì. Queste le fermate: Bacoli, Pozzuoli, Napoli – Molo Beverello, Ercolano, Torre Annunziata, Castellammare, Sorrento, Positano, Amalfi. Si potranno raggiungere le località dell’area vesuviana e amalfitana, con partenza alle 8.15 da Bacoli e alle 8,25 da Pozzuoli con rientro nei Campi Flegrei in serata. Analoga possibilità per turisti e visitatori che vogliano trascorrere una giornata nei siti d’interesse del territorio flegreo. I biglietti avranno un costo che andrà da un minimo di 3 ad un massimo di 17 euro. I bambini dai 4 ai 12 anni viaggiano alla tariffa fissa di tre euro, gratis fino a 3 anni.