NAPOLI – Presso la Casa Circondariale di Poggioreale, questa mattina, i Carabinieri della stazione Vomero-Arenella e i poliziotti del Commissariato San Carlo Arena hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per rapina e porto abusivo d’armi, a Domenico Aliberto, 39enne, del quartiere Stella, già noto alle Forze dell’ordine quale rapinatore con uno scorpione tatuato sulla mano. Il 39enne è ritenuto responsabile di sei rapine commesse nel periodo compreso tra il 14 Febbraio e il 5 Marzo di quest’anno nei quartieri San Carlo–Vomero. La Polizia di Stato ha incastrato l’uomo per le tre rapine commesse nel quartiere San Carlo.

LE RAPINE – Nella sera di San Valentino, in Piazza Cavour, armato di coltello, ha rapinato ad una giovane donna il telefono cellulare; il 18 febbraio 2018, poco prima della mezzanotte, sempre in Piazza Cavour e sempre armato di coltello ha rapinato ad una coppia di turisti pugliesi il telefono cellulare; il giorno dopo nei pressi del Museo Archeologico Nazionale, ancora armato di coltello, ha rapinato ad un uomo il telefono cellulare e la somma di 50 euro. I militari dell’Arma gli hanno attribuito la responsabilità di 3 colpi: si tratta di una rapina commessa ai danni di un fruttivendolo del quartiere Arenella a cui portò via 500 euro; le altre 2 rapine le commesse nei pressi di Piazza Medaglie d’Oro ai danni di un ragazzo e di una ragazza avvicinati, in sere diverse, in punti poco visibili della Piazza, minacciati con un coltello e depredati dei cellulari. L’uomo è già detenuto, in quanto sottoposto a fermo per un tentativo di rapina commesso sempre a marzo