L'ufficio postale di via Terracciano

POZZUOLI – Assalto questa notte all’ufficio postale di via Terracciano ad appena un mese di distanza dal raid dello scorso 1 dicembre. Anche questa volta ingenti sono stati i danni alla struttura dove i ladri sono riusciti ad entrare dopo aver sfondato uno dei finestroni, punto luce della sala dove operano i portalettere. Una volta all’interno hanno aperto un varco in un muro divisorio e da qui poi si sono diretti verso il caveau ed operando con la lancia termica hanno cominciato a forare la porta della cassaforte nonché di un armadio blindato che custodiva pochi valori bollati. Ad agire come avvenne un mese fa una banda di criminali ben organizzata.

STESSA BANDA? –  Secondo gli investigatori ad agire potrebbe essere statala stessa che aveva tentato il colpo nella notte del primo dicembre. Anche allora il copione fu lo stesso. Solo che avendo a disposizione più tempo riuscirono a provocare danni molto più consistenti sia alla rete telefonica che a quella elettrica.

Il cartello affisso sulla porta d'ingresso dell'ufficio postale

L’ALLARME –  Anche in quest’occasione però è scattato l’allarme al centro di vigilanza di Poste che è collegato con la caserma dei carabinieri. Immediatamente è partita una pattuglia dell’Arma che giunta sul posto ha messo in fuga i malviventi. Alla vista della gazzella con molta prodabilità i ladri sono scappati.

IL RAID –  Per poter agire indisturbati i ladri hanno messo fuori uso la centralina elettrica che alimenta le apparecchiature, nonchè le linee telefoniche. All’interno sono stati rinvenuti anche numerosi arnesi da scasso, tra cui una lancia termica, ben 4 flex ed un martello pneumatico. Ad un primo esame sembra che nell’ufficio destinato al recapito non sia stato toccato nulla, ma la certezza si avrà solo dopo l’inventario, in corso.

LE INDAGINI –  Sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Comandante Roberto Spinola I militari hanno richiesto l’hard disk del sistema di videosorveglianza. I danni sono notevoli, l’ufficio postale questa mattina è rimasto chiuso, forse non riaprirà neppure domani. Dopo il raid immediatamente veniva allertata la filiale di Napoli Ovest, da cui dipende l’ufficio flegreo ed il direttore dell’ufficio. La direzione provinciale di Poste, per ridurre i disagi, ha disposto l’attivazione immediata del doppio turno all’ufficio postale di Arco Felice, per il tempo limitato al ripristino delle misure di sicurezza dell’ufficio postale di via Terracciano.

CURIOSITA’ –  Così come in occasione del furto del 1 dicembre scorso oggi nell’ufficio era prevista una grossa affluenza per il ritiro delle pensioni. I clienti quindi sono stati “dirottati” verso gli altri uffici postali della città dove in queste ore si stanno registrando forti disagi.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]