L'ingresso alla piazza dove è stato investito il primo agente

POZZUOLI – E’ andato in escandescenza quando i vigili gli hanno intimato l’alt, non consentendogli di entrare in piazza. Così ha premuto il piede sull’acceleratore investendo uno degli agenti addetti al controllo, poi ha tentato di investirne altri due, ferendoli. Una volta fermato, la sua follia è proseguita anche al comando di polizia municipale, dove si è scagliato contro un altro vigile. Mattinata di follia a Pozzuoli, dove un 22enne extracomunitario, Kanaraudskas Mira Scaus, ucraino, che è stato arrestato con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e turbativa dell’ordine pubblico.

L’AUTO RUBATA ERA STATA UTILIZZATA PER UNA RAPINA – L’uomo, che era alla guida di una Mercedes “Serie tre” risultata rubata e utilizzata la notte prima per una rapina a Giugliano, ha tentato di forzare il blocco all’accesso della ZTL (Zona a Traffico Limitato) di Piazza della Repubblica. All’alt dei caschi bianchi il 22enne ha accelerato investendo un agente. Si vivevano attimi di panico con i passanti che tentavano di mettersi al riparo dall’auto che correva a tutta velocità. A quel punto altri due agenti rincorrevano la Mercedes che nel frattempo tentava di accedere in un vicoletto del centro storico.

TENTA DI INVESTIRE ALTRI DUE AGENTI – Al secondo “alt” in via Torrione l’uomo tentava di investirli: uno di essi veniva schiacciato tra l’auto guidata dall’ucraino folle e un’altra parcheggiata sulla strada. A salvare l’agente era proprio la porta posteriore del veicolo del 22enne, che gli faceva da scudo. Ma nell’impatto Francesco Esposito, maresciallo dei vigili urbani di Pozzuoli, riportava una frattura alla costola. A quel punto in soccorso dei vigili feriti e in difficoltà giungevano i residenti del posto e alcuni passanti che riuscivano a immobilizzarlo. Nel frattempo gli agenti feriti venivano condotti all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dove ricevevano le cure dei sanitari. Per i tre che sono stati dimessi nel primo pomeriggio, fortunatamente niente di grave. Sul posto giungevano diverse pattuglie di caschi bianchi.

VIOLENZE ANCHE AL COMANDO – Il 22enne veniva così condotto al Comando di Polizia Municipale dove una volta giunto si rifiutava di scendere dall’auto e con calci e pugni tentava di aggredire uno degli agenti che erano nella vettura con lui. L’uomo, che ha dichiarato di avere cittadinanza lituana, veniva quindi arrestato e condotto al carcere di Poggioreale. Per lui oltre alle accuse di  violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e turbativa dell’ordine pubblico, c’è anche quella di ricettazione e guida senza patente. Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo che ha condannato l’accaduto   “Tutta la mia solidarietà ai vigili urbani feriti mentre svolgevano il proprio lavoro garantendo la sicurezza pubblica- a loro va il ringraziamento dell’intera comunità puteolana. Questo non deve scoraggiare. Bisogna continuare a tenere alta l’attenzione e tutelare tutti gli onesti cittadini”.