antisismicoPOZZUOLI – Soldi per rafforzare e migliorare le proprie abitazioni e difenderle dal pericolo sismico, per demolizioni e ricostruzioni di edifici. Tutto finanziato dalla Regione Campania. Ma a Pozzuoli nessuno lo sa e il 31 gennaio scade la possibilità di avere accesso a questi soldi. A denunciare questa “mancanza” da parte del Comune di Pozzuoli è il consigliere comunale e capogruppo di Campania Libera Mario Cutolo.

cutolo
Mario Cutolo, consigliere comunale

LA DENUNCIA – «Mi preme informare i cittadini che il comune di Pozzuoli ha aderito al progetto che dà la possibilità di accedere a un fondo per la prevenzione del rischio sismico. – spiega Mario Cutolo – Basta compilare un modulo e presentarlo entro il 31 gennaio. Una volta che la domanda viene accettata si ha la possibilità di accedere a un finanziamento che consente di effettuare interventi di rafforzamento locale, miglioramento sismico o, eventualmente, demolizione e ricostruzione di edifici privati. Tutto a fondo perduto. Purtroppo se i cittadini non vengono informati si perde il finanziamento e i soldi tornano indietro».

I SOLDI – Il finanziamento nasce in attuazione a una specifica ordinanza della Protezione Civile in materia di sicurezza degli edifici. Nei Campi Flegrei il comune di Bacoli ha ottenuto oltre 3milioni e 500mila euro di fondi mentre a Pozzuoli non si conoscono né cifre né modalità per ottenere i benefici. «Invito i cittadini puteolani a recarsi presso gli uffici del comune di Pozzuoli e chiedere, informarsi e compilare la modulistica utile per ottenere questo importante finanziamento» conclude Mario Cutolo.