QUALIANO – Nel corso di servizi di contrasto ai reati ambientali nell’ambito delle attività di contrasto al fenomeno della cosiddetta “Terra dei Fuochi”, i Carabinieri della Stazione di Qualiano hanno denunciato in stato di libertà 4 dipendenti della società incaricata alla raccolta dei rifiuti solidi urbani per conto di quella municipalità.

IL REATO CONTESTATO – Si tratta di un capo squadra e di 3 operatori ecologici del luogo che sono ritenuti responsabili di smaltimento illecito di rifiuti in area non autorizzata perpetrato in concorso. I 4 sono stati sorpresi in via del Dogma, nell’area antistante il parcheggio del campo da tennis comunale, mentre, privi di qualsiasi autorizzazione effettuavano operazioni di trasferenza di rifiuti indifferenziati dalla cosiddetta “navetta di raccolta” a un autocompattatore. Le operazioni avevano avuto come conseguenza il rilascio di una notevole quantità di percolato e di rifiuti di vario genere sull’area in questione peraltro limitrofa a terreni agricoli.

AREA SOTTO SEQUESTRO – L’intera superficie interessata, circa 2mila metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro poiché su di essa è stata accertata la presenza di ulteriore strato di percolato verosimilmente riconducibile a sversamenti pregressi e che aveva otturato parzialmente anche alcuni tombini.