POZZUOLI – Come è possibile prevenire il cancro del colon e del retto? Come è possibile diagnosticarlo in tempo e quali sono le ultime innovazioni della chirurgia robotica? I pazienti devono essere sempre operati o è possibile evitare l’intervento? E poi ancora: quali sono le ultime novità nella cura delle emorroidi e del prolasso degli organi pelvici? Siamo veramente giunti ad una chirurgia “senza dolore”?

TRE GIORNI – Questi sono alcuni degli argomenti su cui per tre giorni, da oggi fino a sabato 10 giugno, presso il Palazzo Migliaresi, nello splendido scenario del Rione Terra a Pozzuoli, oltre 200 esperti provenienti da tutto il mondo (USA, Brasile, Portogallo, Spagna, Singapore, Inghilterra, India, Polonia, Germania ed Italia) discuteranno e si confronteranno. L’International Joint Meeting on Colorectal and Pelvic Floor Surgery, questo il nome dell’evento scientifico presieduto ed organizzato dal dott. Adolfo Renzi, ha l’ambizione di essere un grande punto di incontro tra specialisti italiani e stranieri sulle tematiche oncologiche e funzionali delle patologie intestinali.

L’EVENTO – I punti di forza dell’evento sono molti: ben nove simposi, due tavole rotonde e diverse letture magistrali con dibattito interdisciplinare continuo tra chirurghi generali, endoscopisti, uro-ginecologi e radiologi; il carattere internazionale dell’evento, con relatori stranieri di assoluto prestigio; la partecipazione, sotto l’egida della Società Italiana Unitaria di Colonproctologia, di oltre 15 diverse Società Scientifiche. “Pozzuoli dunque, grazie anche alla ferma volontà dell’attuale amministrazione pubblica che si è prodigata per raggiungere questo ambizioso obiettivo mettendo a disposizione ampi spazi della città, sarà per tre giorni al centro della scena scientifica nazionale ed internazionale” –hanno commentato gli organizzatori.