Amianto imballato

POZZUOLI – Venti tonnellate di amianto, di rifiuti pericolosi che soffocavano la città di Pozzuoli. A confermare il dato sconcertante è il geometra Angelo Marchitelli responsabile per la “De Vizia” a Pozzuoli. “Stamattina (oggi 10/07/2011) abbiamo ripulito l’intera città dall’amianto che era per strada, in tutto erano circa 20 le tonnellate di amianto raccolte”.

AREE  FINALMENTE BONIFICATE – Le operazioni di messa in sicurezza e raccolta del pericoloso materiale isolante abbandonato tra i rifiuti  erano iniziate già da alcune settimane, con gli uomini della “De Vizia” che dopo aver individuato l’amianto, hanno provveduto dapprima ad isolare e mettere in sicurezza, attraverso la bonifica delle aree interessate. Infatti da giorni era possibile notare lungo i marciapiedi grossi imballaggi, sacchi e aree off-limits delimitate da nastro rosso e bianco. Fino alle prime ore di stamattina, quando è stato completato il recupero e lo smaltimento del materiale altamente cancerogeno.

Amianto "messo in sicurezza" a Monterusciello

PUTEOLANI ESPOSTI A PERICOLI PER LA SALUTE – L’ amianto è un materiale isolante usato spesso nelle costruzioni sia civili che industriali fino alla fine degli anni ’80, quando si scoprì la alta cancerogenicità delle sue polveri. Di per sé non  è pericoloso, ma lo diventa nel momento in cui si liberano le sue polveri che inalate aumentano notevolmente la possibilità di incappare in tumori ai polmoni e diverse malattie respiratorie. La presenza di residui di amianto lungo le strade puteolane ha esposto la popolazione a grossi rischi, considerato che il pericoloso materiale esposto alle intemperie avrebbe potuto liberare le sue polveri pericolose.

SEGNALARE MATERIALI SOSPETTI – Il pericolo fortunatamente è stato rimosso, con un’operazione di raccolta straordinaria portata avanti questa mattina. “Chiunque noti scarichi abusivi di materiale edilizio, o veda materiale sospetto lungo le strade della città può contattare il Comune di Pozzuoli che provvederà  ad inoltrare segnalare alla De Vizia” è l’appello che lanciano i responsabili della raccolta.

ANGELO GRECO
[email protected]