Un parcheggiatore che attende l’automobilista

POZZUOLI – Fino a poco tempo fa lavoravano in supporto agli uomini, con il compito di nascondere i soldi raccolti. Da semplici complici, negli ultimi tempi le donne a Pozzuoli sono diventate protagoniste di un business che tanto fa gola, soprattutto alla criminalità organizzata: quello del parcheggio abusivo. Ed è così che da giorni il “gentil sesso” gestisce in maniera del tutto abusiva l’area parcheggio di via Fasano, quella antistante il mercato sequestrato. Ogni sera ad occupare gli spazi delimitati dalle strisce blu a pagamento ci sono donne, in particolare due giovani che chiedono soldi “a piacere” agli automobilisti.

EVOLUZIONE – Un fenomeno che non tende ad attenuarsi nonostante le continue operazioni delle forze dell’ordine e le stringenti misure adottate dai comuni, come la misura del Daspo adottata nei confronti di coloro che vengono beccati in flagranza di reato. Misure che sembrano non sufficienti a debellare un fenomeno presente in città da anni.