RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Voglio raccontare ciò che mi è accaduto domenica 21 maggio 2017: mi trovavo a Monte di Procida per una comunione, mi è stato raccomandato che in chiesa le foto non si possono fare in quanto c’è il fotografo “ufficiale”, infatti non avevo nessuna intenzione di fare foto in chiesa. Ad un certo momento i bambini comunicandi sono usciti dalla chiesa e si sono recati sul piazzale antistante la chiesa S. Giuseppe di Monte di Procida. A quel punto ho cominciato a fare delle foto (faccio presente che mi trovavo su suolo pubblico) ma venivo invitato e poi minacciato dal parroco della chiesa a non fare foto. Alle mie rimostranze mi ha minacciato di chiamare i carabinieri, io l’ho invitato a farlo, i toni si sono accesi e la discussione è abbastanza animata, l’intervento di un genitore mi ha invitato a soprassedere e così ho lasciato perdere. Mi domando: un uomo di chiesa può comportarsi così? Ho forse sbagliato io e ha ragione lui? Ma la sua prepotenza e arroganza non l’ho ancora digerita.

Salvatore