BACOLI – A Bacoli, le elezioni amministrative si giocheranno al secondo turno. E’ testa a testa fra Giovanni Picone e Josi Della Ragione, per la conquista della fascia tricolore. Era nell’aria sin dall’inizio della campagna elettorale. E così, già dagli exit poll, e poi con le prime proiezioni e le prime sezioni scrutinate, si è capito sin da subito che la sfida sarebbe stata rimandata al ballottaggio.

PICONE IN VANTAGGIO – Con 5.408 preferenze, in vantaggio si conferma l’avvocato Picone (già candidato alla carica di sindaco e sconfitto al ballottaggio nel 2005), oggi sostenuto da una coalizione mista composta dal Partito Democratico, Campania Libera, Verdi, Udc e dalle liste civiche Aurora Flegrea, Per Bacoli e Cittadini per Bacoli.

JOSI “BATTE” ILLIANO – Insieme al Movimento Cinque Stelle esce di scena per le votazioni al secondo turno il candidato civico Salvatore Illiano (con il 29 per cento dei voti), sorpassato dall’ex Primo Cittadino Josi Della Ragione conpoco più di un punto percentuale, sceso in campo con le liste Freebacoli e DeMa. Tuttavia, Della Ragione non ha avuto partita facile contro Illiano, forte quest’ultimo di aver raggruppato attorno a sé un’ampia rete cittadina che accoglie al proprio interno anche diverse anime politiche (Diamo a Bacoli, Bacoli in Comune, Noi per Bacoli, Insieme per Bacoli e Terra Nostra). I due si son giocati il ballottaggio con Picone che ha raggiunto il 36,44 per cento delle preferenze sino agli ultimissimi voti. Debole lo scarto: Della Ragione vince su Illiano con sole 219 preferenze in più. Fuori dai giochi, come anticipato, anche la lista del Movimento Cinque Stelle, fermo al 4,05 per cento. Al ballottaggio però la musica potrebbe cambiare: decisivi saranno proprio gli elettori di Illiano e dei “grillini”.