Un tratto di via Coroglio

POZZUOLI – Seminudo, con addosso solo gli slip, è stato visto camminare lungo il parapetto che delimita lo strapiombo della discesa Coroglio. Con numerose ferite presenti sul corpo, un 25enne di Pozzuoli, in evidente stato confusionale, rischiava di cadere nel vuoto ad ogni passo. Fino all’intervento degli agenti dei Commissariati di Polizia Bagnoli e Posillipo che gli hanno salvato la vita.

 

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA – Inviate sul posto dal Centro Operativo della Polizia di Stato, le due pattuglie hanno subito notato il giovane, vestito con il solo slip camminare sul parapetto come era stato riferito. Al fine di garantire l’incolumità tanto del 25enne che dei passanti, per prima cosa i poliziotti hanno chiuso al traffico la strada per poi tentare di approcciare il giovane. Quest’ultimo , in stato confusionale e al limite dello strapiombo di oltre 50 metri, proferendo frasi sconnesse ha comunque lasciato intendere di non volere farsi avvicinare, minacciando in caso contrario di gettarsi nel vuoto.

 

IL TENTATIVO DI SUICIDIO – Il ragazzo presentava inoltre numerose escoriazioni e graffi su tutto il corpo. Mentre cercavano di intrattenerlo in una conversazione, si è però lasciato cadere di schiena. La presenza di rovi e piante ne ha però rallentato la caduta ed i poliziotti sono riusciti ad afferrarlo per le caviglie arrestandone la caduta e traendolo in salvo. Poso dopo sono giunti sul posto sia il personale sanitario avvisato dagli agenti che i familiari del ragazzo. Secondo questi ultimi, il loro congiunto non aveva mai avuto in vita sua disturbi di tipo mentale. Il giovane è stato quindi portato al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo per tutte le cure del caso.